Faq2018-02-13T18:41:50+00:00

Domande frequenti

1. Non ho mai fatto arti marziali e non sono una sportiva. Posso comunque frequentare il corso Difesa Donna?

Certo. Il programma Difesa Donna è rivolto a tutte le donne, indipendentemente dalla preparazione sportiva o grado di allenamento. Non è un corso di arti marziali quindi non è necessario avere esperienze in questo settore.

2. A che età si può iniziare a frequentare un corso Difesa Donna?

In media, verso i 18 anni ma anche prima se c’è la maturità necessaria. Se l’allieva è minorenne, consigliamo la presenza della madre durante le lezioni.

3. Quanto dura un corso Difesa Donna?

La durata media dei nostri corsi è di 14 lezioni, con frequenza settimanale o full-immersion su due week-end. Ma potrebbe variare, anche se non drasticamente, da un istruttore all’altro. 

4. Ho saputo che sono previsti momenti di discussione e analisi di fatti di cronaca o accaduti in prima persona. Questo significa che se mi è accaduto qualcosa dovrò raccontarlo?

No. Ogni allieva è libera di raccontare solo se lo desidera, nessuna viene obbligata a fare alcunché. La privacy di ogni allieva viene rispettata.

5. Io non sono molto elastica. Avrò difficoltà a mettere in pratica le tecniche?

Tutte le tecniche insegnate nel corso Difesa Donna sono state studiate per poter essere messe in pratica da donne di qualsiasi struttura fisica. Sono semplici ed efficaci. Però quando un problema fisico o l’età non permettono alcuni movimenti, Difesa Donna offre alternative realistiche ed efficaci: l’uso dello spray al peperoncino o pepper-spray.

6. Che cosa sono le simulazioni?

Sono degli allenamenti particolari in cui si costruisce uno scenario realistico e l’allieva può mettere in pratica, a piena forza e sotto stress adrenalinico, quello che ha imparato durante il corso: dalla difesa verbale alla difesa fisica.

7. Non rischio di farmi male o far male agli istruttori?

No. Gli istruttori indossano delle particolari protezioni progettate espressamente per questo tipo di allenamento, e utilizzate anche dalla Polizia americana, in modo da permettere all’allieva di allenarsi colpendo a piena forza e nella massima sicurezza.

8. Ho la certezza di essere seguita durante le lezioni?

Il corso è a numero chiuso ed è tenuto da uno staff d’insegnanti, formato dall’istruttore/istruttrice e da uno o più assistenti, proprio per garantire alle allieve la massima attenzione e professionalità.

9. Che cosa mi rimarrà alla fine del corso?

Una mentalità difensiva che ti accompagnerà per il resto della tua vita e ti permetterà di essere più consapevole e quindi più sicura. Ma anche un bagaglio di tecniche di difesa semplici ed immediate.

10. Ho visto delle lezioni di arti marziali in cui le tecniche venivano allenate tra compagni di corso. E’ così anche nel vostro corso?

No. Le allieve allenano le tecniche solo con l’istruttore e con gli assistenti, mai tra di loro, per imparare a gestire un avversario di forza fisica superiore.

11. Quando un uomo aggredisce una donna a scopo di violenza la trascina quasi subito a terra. Imparerò a difendermi in questa situazione?

Si. Il nostro corso prevede un ampio programma a terra, proprio per questo motivo. Imparerai a gestire la situazione in cui tu sei a terra e l’aggressore è in piedi e anche la situazione in cui siete entrambi a terra, con l’aggressore a contatto ravvicinato.

12. L’idea di allenare tecniche a contatto mi imbarazza.

Gli istruttori e gli assistenti, durante tutta la durata delle lezioni, indossano protezioni sulle mani, sul corpo e sui genitali. Questo sia per permettere all’allieva di colpire, sia per evitare il contatto fisico diretto evitando quindi qualunque forma di imbarazzo.

13. Ci sarà gente ad osservare la lezione?

Sempre per il rispetto della privacy delle allieve e data la delicatezza degli argomenti trattati, non è ammesso pubblico durante le lezioni a meno che non si tratti di donne interessate al corso o genitori di allieve minorenni.

14. Come posso riconoscere se l’istruttore segue il programma Difesa Donna?

L’istruttore titolare deve essere presente nell’albo insegnanti Difesa Donna. Le allieve non provano mai le tecniche tra di loro, ma esclusivamente con gli istruttori dello staff. Nelle simulazioni viene sempre indossata la maschera in plexiglass omologata e tutto l’equipaggiamento che permette di colpire a pieno contatto.