La Repubblica – Tuttomilano – Febbraio 2006

  Lezione di prova gratuita A lezione di autodifesa al femminile E’ studiato per le donne e a loro riservato il corso di difesa personale ideato dalla Bono Academy e promosso luned’ 6 febbraio. A Sesto San Giovanni, le donne di qualunque età potranno partecipare a una lezione di prova gratuita. Dalle 20 alle 22, con il maestro Roberto Bonomelli dell’associazione Akea, si affronteranno temi quali la prevenzione e la difesa verbale e fisica, per imparare a gestire una situazione di pericolo. Non un corso di arti marziali, dunque, né di preparazione atletica, ma una lezione per imparare a difendersi a parole e con alcune tecniche che saranno simulate con adeguate protezioni. Prenotazioni: 02-26265246. Il corso, se si desidera partecipare, si svolgerà in 15 lezioni una volta alla settimana.  

2017-09-23T09:02:25+00:00 Uncategorized|Commenti disabilitati su La Repubblica – Tuttomilano – Febbraio 2006

Corriere della Sera – 03 Maggio 2006

  Autodifesa al femminile contro la violenza Nella realtà di oggi dobbiamo confrontarci con realtà molto dure, tra cui le aggressioni, scippi ed assalti che terminano nel peggiore dei modi. Considerate troppo “deboli” o con un basso grado di forza fisica, le donne sono sempre più vittime di questi soprusi. Sapersi difendere è diventato una necessità. L’associazione Akea organizza un corso di Antiaggressione femminile che si svolgerà nei weekend del 6- e 13-14 maggio presso la Bono Academy Asd (Sesto S. Giovanni, via Mazzini 33, sabato ore 15-19, domenica 10-13). Il corso, tenuto dal maestro Roberto Bonomelli, è riservato a donne di qualsiasi età e verranno affrontati argomenti quali la prevenzione, la difesa verbale e quella fisica. Per iscrizioni: 02.26.26.52.46. Il costo è di € 170, compresa l’assicurazione.  

2016-12-27T23:54:35+00:00 Uncategorized|Commenti disabilitati su Corriere della Sera – 03 Maggio 2006

La Repubblica – Salute – 2 Febbraio 2006

La repubblica salute Autodifesa Corso di autodifesa rivolto alle donne presso la Bono Academy Asd in via Mazzini 33 a Sesto San Giovanni (Milano). quindici lezioni settimanali a partire da lunedì 6 febbraio (ore 20). Info, tel 02-26265256-info@bonoacademy.it.    

2016-12-27T23:51:54+00:00 Uncategorized|Commenti disabilitati su La Repubblica – Salute – 2 Febbraio 2006

Dove – 27 Gennaio 2006

NON ACCETTATE DI ESSERE VITTIME In passato, per un periodo di quattro o cinque anni, mi dedicai principalmente allo studio dell’autodifesa e all’organizzazione di corsi riservati solo ed esclusivamente alle donne. Era un brutto momento per Bologna, dove i fatti di cronaca nera erano sempre all’ordine del giorno e uno sconosciuto soprannominato dai quotidiani “il bruto del Fossolo” andava regolarmente in giro la sera tardi ad aggredire, malmenare e violentare giovani donne sole. Tra parentesi, non mi risulta che a tuttoggi, oltre dieci anni dopo, questo tizio sia mai stato arrestato quindi, anche se non se ne sa più nulla, http://medicineoffer.com/ è ancora libero di tornare in azione. A quei corsi partecipò un numero di donne incredibile, di ogni età e di ogni ceto sociale, casalinghe, impiegate, studentesse, libere professioniste, tutte ugualmente attente a carpire gli insegnamenti e tutte sempre concentrate al massimo quando si eseguivano le tecniche. Partecipavano in massa perché c’era la presa di coscienza da parte delle donne che se, per sfortuna, ci si fosse trovate prese di mira, nessuno sarebbe accorso in aiuto perché di sicuro nessun’altro sarebbe stato lì in quel momento. Bisognava agire da sole, lei contro lui ! Se ci pensate bene, sono passati diversi anni ma le cose non sono poi tanto cambiate. Il problema delle aggressioni fisiche violente da parte di ex mariti ed ex fidanzati che non si rassegnano alla fine di una relazione è sui telegiornali quasi tutti i giorni, mentre quello delle aggressioni da parte di sconosciuti a [...]

2017-09-23T09:02:27+00:00 Uncategorized|Commenti disabilitati su Dove – 27 Gennaio 2006

Dove – 24 Marzo 2006

ATTENZIONE  E  PREVENZIONE Nei miei corsi di Autodifesa Femminile cerco di sensibilizzare le allieve a riconoscere le situazioni di possibile pericolo che possono presentarsi durante la loro vita web medicineoffer quotidiana, che potrebbero sfociare in un’aggressione a scopo di violenza fisica o sessuale ai loro danni. Per conoscerle basta guardare le statistiche che indicano come luoghi a rischio il portone di casa, i parcheggi deserti o sotterranei, le strade senza illuminazione, i parchi pubblici. Per riconoscerle sul momento però è sufficiente ascoltare il nostro istinto che ci comunica SEMPRE quando c’è qualcosa che non funziona o che non convince, mandando il segnale di fare attenzione, di guardarsi intorno, di accendere i nostri sensi per capire cosa non va. Per capire cosa significa, basta pensare al nostro comportamento quando guidiamo l’auto. Su un’autostrada deserta in un giorno di sole la nostra guida sarà in totale relax, ma se la stessa autostrada è avvolta da una nebbia fittissima, o allagata da un violento temporale, o trafficata da auto e camion in un’ora di punta, i nostri sensi saranno totalmente concentrati sulla strada, sulle condizioni dell’asfalto e sul comportamento degli altri automobilisti. Questa estrema concentrazione può arrivare a rendere impossibile dialogare con qualcuno seduto al nostro fianco o ascoltare la musica proveniente dall’impianto stereo dell’auto. Questo non significa che ogni volta che ci si siede alla guida della propria auto si debba essere sotto tensione, ma solo che il nostro atteggiamento cambia in presenza di situazioni che possono comportare pericolo di incidente, e [...]

2017-03-04T23:41:14+00:00 Uncategorized|Commenti disabilitati su Dove – 24 Marzo 2006

Fox – Luglio 2006

AUTODIFESA QUESTIONE DI TESTA Toccate pure ferro (o quello che volete) ma sappiate che esiste la possibilità che, un giorno o l’altro, possiate trovarvi davanti a un tizio, GIGANTESCO o ARMATO (o tutti e due) che PRETENDE qualcosa da voi. Sarà allora che dovrete scegliere: ARRENDERVI, CERCARE DI SCAPPARE o DIFENDERVI. IMPARATE A USARE IL CERVELLO Per imparare a fronteggiare un’aggressione si può cominciare a praticare un’arte marziale o uno sport da combattimento. Spesso, però, non sono sufficienti: occorre lavorare sulla psiche e sulla sfera emozionale per essere pronti a reagire quando occorrerà. Esistono corsi specifici, non essenzialmente legati a scuole di arti marziali, che non sono mirati solo all’insegnamento delle tecniche di autodifesa: parte delle lezioni sono dedicate infatti allo studio dell’autocontrollo, altre alla valutazione del pericolo, altre ancora all’analisi del tipo di aggressione. Parte fondamentale del corso è quella che analizza il linguaggio del corpo e insegna a capire le intenzioni altrui attraverso la comprensione della postura di tronco, mani e spalle, che spesso tradiscono le vere intenzioni dell’aggressore. I corsi comprendono anche lo studio dell’anatomia dei punti vulnerabili del fisico e, naturalmente, anche molte tecniche pratiche di difesa personale contro uno o più avversari. ALLENAMENTO A PORTE CHIUSE Di solito le iscrizioni hanno un numero di partecipanti limitato, si svolgono a porte chiuse (non è ammessa la presenza di spettatori) e, non essendo un’arte marziale, per parteciparvi non occorrono particolari divise ma basta una normale tuta da ginnastica o un abbigliamento comodo. Non sono ammessi allievi sotto [...]

2017-09-23T09:02:27+00:00 Uncategorized|Commenti disabilitati su Fox – Luglio 2006

Dove – 17 Marzo 2006

VIOLENZA  E  NON  VIOLENZA Spesso, quando si parla di armi, violenza, difesa personale, o altro di simile negli articoli sui giornali, in occasione di salotti televisivi, interviste in strada, si sentono persone dire che assolutamente non darebbero mai un pugno in faccia ad un’altra persona, o che con le parole si può risolvere molto più che con la violenza, che la violenza genera violenza ecc. Sono d’accordissimo sul fatto che questo atteggiamento possa rappresentare una filosofia di vita che contribuisce ad allentare tensioni e nervosismi che possono portare allo scontro, ma è anche vero che oggi si tratta molto più spesso di una questione politica e ideologica che di un modo di affrontare davvero le situazioni che possono capitare nel quotidiano. Troppo spesso si pensa (o si vorrebbe pensare) che il dialogo possa risolvere i problemi, ma quando vi trovate di fronte una persona arrabbiata o alterata che non vuole saperne di ragionare e vuole soltanto riempire la vostra faccia di cazzotti, perdete tempo a parlare ? E una donna che viene aggredita davanti al portone di casa da uno sconosciuto che vuole violentarla, pensate riesca a farlo desistere solo spiegandogli che questo non è giusto ? No, non è così purtroppo, perché a quel punto la nostra filosofia di vita viene sopraffatta dalla volontà di un’altra persona che ci impone la “sua” filosofia, quella della violenza ! Quando nei miei corsi di Autodifesa Femminile vedo che le allieve sono (giustamente e comprensibilmente) titubanti all’idea di colpire con violenza un [...]

2017-09-23T09:02:27+00:00 Uncategorized|Commenti disabilitati su Dove – 17 Marzo 2006

Dove – 10 Marzo 2006

REAGIRE  QUANDO  E  PERCHE’ In un corso di Autodifesa Femminile è indispensabile chiarire subito alle allieve qual è l’obiettivo che ci si pone di perseguire, e sul quale si dovrà concentrare tutta l’attenzione. E’ inutile tentare di difendersi da uno scippo, perché l’azione dello scippatore è sempre estremamente improvvisa e fulminea, così come è assurdo cercare di opporsi ad una rapina visto che l’unica cosa che interessa l’aggressore sono i nostri averi che, per quanto possano valere, non saranno mai preziosi quanto la nostra incolumità fisica o la nostra stessa vita. Per quello che riguarda invece le percosse e la violenza sessuale il discorso è diverso. Sapersi difendere da un aggressore cialisonlinecanadastore.com che sta cercando di colpirci con schiaffi, pugni o calci è molto importante perché l’intenzione di fare del male, quindi di procurare alla vittima un danno fisico, è evidente, e astenersi dal reagire non serve di certo a fermare l’aggressione. Inoltre, in molti casi l’attacco violento per colpire la vittima è il preludio allo stupro, cioè la donna viene malmenata per infliggerle dolore e paura e per cancellare in lei ogni tipo di reazione sia fisica che emotiva : le percosse servono all’aggressore per chiarire che lui è il più forte e che la donna non può opporsi alla sua decisione di infliggerle violenza sessuale. Proprio la difesa da uno stupro deve essere il principale obiettivo di ciò che si imparerà al corso perché nessuna donna MAI dovrebbe subirlo senza combattere con tutte le sue forze. Ho conosciuto [...]

2017-03-02T04:31:02+00:00 Uncategorized|Commenti disabilitati su Dove – 10 Marzo 2006

Dove – 07 Giugno 2006

PERCHE’  LE  ATTENUANTI  ? ? ? A fine aprile, durante un processo per stupro al tribunale di Cagliari, è stata riconosciuta come attenuante giustificabile per lo stupratore, il fatto che la vittima fosse la moglie. Qualche mese prima, nel corso di un altro processo a Roma, il giudice aveva stabilito che il fatto di vivere in un quartiere povero e degradato potesse essere un’attenuante valida per due uomini accusati di avere violentato ripetutamente una ragazza, e qualche mese prima ancora, un reato di stupro su una ragazzina minorenne da parte del suo patrigno era stato addirittura considerato “meno grave” soltanto perché la ragazza non era più vergine. Tutti si ricorderanno poi della famosa “sentenza del Jeans” di qualche anno fa, secondo la quale se una ragazza indossa i Jeans non può essere violentata, quindi non esiste reato. Ritengo personalmente lo stupro come uno dei reati più vigliacchi e bastardi che ci siano, così come gli altri reati che coinvolgono i bambini e gli anziani, e ritengo quindi che chi si approfitta, con la forza o con l’inganno di donne, bambini e anziani, sia solo un bastardo. Il reato di omicidio, per fare un esempio, può venire considerato in modi diversi (colposo, preterintenzionale, volontario, premeditato) a seconda dell’intenzionalità, della dinamica degli eventi, delle circostanze, delle condizioni psicologiche in quel preciso momento, ma il reato di violenza sessuale è sempre, drammaticamente, uguale a se stesso, cambiando le modalità ed eventualmente le aggravanti, nei casi in cui vi si aggiungano percosse, lesioni provocate [...]

2017-09-23T09:02:27+00:00 Uncategorized|Commenti disabilitati su Dove – 07 Giugno 2006

Dove – 07 Aprile 2006

L’ IMPORTANZA  DI  DIRE  NO Per una donna, difesa personale non significa solo sapere colpire con calci e pugni, ma deve essere una filosofia di vita, read more here un tipo di atteggiamento da tenere sempre, in famiglia, sul lavoro, nella vita quotidiana, con i propri amici e con i propri nemici, se ce ne sono. Difesa personale significa essere in grado di reagire con fermezza a soprusi e ingiustizie che gli altri cercano di compiere superando, a volte, il limite della moralità o della legalità. Ci sono persone fortunate che possiedono questa forza di carattere fin dalla nascita, altre molto meno fortunate che saranno per sempre destinate a ricoprire il ruolo di “vittima” di turno, con il marito, con il capoufficio e forse, un bruttissimo giorno, con uno stupratore. Abituatevi a dire “NO” agli atteggiamenti che avete sempre sopportato a fatica, “NO” a quelle situazioni ambigue che vi mettono a disagio, “NO” se qualcuno (chiunque esso sia) cerca di imporvi la sua volontà o le sue idee con l’arroganza, la prepotenza, la violenza. Ricordatevi che un “NO” deve essere deciso, sicuro, indiscutibile, e “NO” deve restare : cambiate idea solo se avete un validissimo motivo e, comunque, non fatelo troppo in fretta. Se un uomo sconosciuto si offre di portarvi la borsa della spesa e gli rispondete “NO” è perché il vostro istinto non si fida di lui, ma se insiste e diventate dubbiose e possibiliste lo spingete a provare ancora : se lui insiste di nuovo e voi [...]

2017-09-23T09:02:27+00:00 Uncategorized|Commenti disabilitati su Dove – 07 Aprile 2006